Hotel B&B Gorizia



Ricerca per tipologia Gorizia

La città sorge in Friuli Venezia Giulia in una conca a piedi delle Pre alpi Giulie ed è aperta ad ovest dove si congiunge con la pianura friulana: le fanno da cornice le alture del Sabotino, del Montesanto e del San Gabriele, il Calvario e il Colle d'Oslavia, il San Marco e il Carso.
In seguito alla seconda guerra mondiale è stata ridefinita ridefinita l'estensione della città a circa 41 Kmq ed il centro cittadino è stato diviso in 2 parti.

Vista la sua posizione Gorizia è sempre stata un corcevia di popolazioni, tradizioni e culture diverse; ognuna di queste, col passare del tempo, ha lasciato la propria traccia nell'arte, nell'architettura e nella letteratura; un vero e proprio punto d'incontro di popolazioni tedesche, slave ed italiane.

Piccolo villaggio vicino ai guadi dell'Isonzo, non lontano dalla direttrice principale dei traffici tra Aquileia e Emona (Lubiana), fu un'antica sede di un castelliere preistorico. Gorizia è stata citata per la prima volta in un documento datato 28 aprile 1001 ,con cui l'imperatore Ottone III donava metà castello e metà territorio di Salcano (con la villa di Gorizia) al patriarca Giovanni II e l'altra metà al conte Verihen del Friuli.
La città di Gorizia si è sviluppata in due distinti ambiti: il borgo castellano (o terra superiore), che ha assunto un ruolo prevalentemente politico e amministrativo, e la villa (o terra inferiore) con carattere prettamente agricoli e commerciali.

Gorizia ha subito gravi danni dovuti alle due guerre mondiali e fu fortemente danneggiata; in seguito al trattato di pace firmato nel 1947 il territorio della città venne sostanzialmente ridimensionato e Gorizia fu divisa in due parti dal confine italo-jugoslavo.
Ai nostri giorni Gorizia è una città all'avanguardia con un agglomerato urbano diverso per tradizioni e culture ma ordinato; tipico esempio di 'città giardino' sia i parchi pubblici che quelli privati si armonizzano con le strutture, un luogo dove le strade, i palazzi, le cupole rappresentano una testimonianza del passato multietnico della città.

Visitare Gorizia
Gorizia offre un patrimonio artistico e culturale di tutto rispetto. Tra le principali attrazioni turistiche della città ricordiamo il Castello, incastonato nella terra superiore. A forma pentagonale, è caratterizzato da bellissime e forti mura di recinzione con torri poste agli angoli della struttura; venne costruito in modo da dominare tutta la vallata circostante. Il Castello ha origini medievali, fu in parte distrutto nel corso del primo conflitto Mondiale e successivamente restaurato. All'interno troviamo il Museo del Folklore ed una Pinacoteca contenenti opere di artisti dell'età moderna per gran parte tedeschi e veneti; in specialmdodo nel periodo primavera/estate è anche sede di eventi come concerti, mostre e conferenze.

Percorrendo il borgo antico di Gorizia possiamo ammirare due palazzi storici di grande bellezza: il palazzo Dornberg ed il palazzo Tasso; inoltre troverete anche i Musei Provinciali di Gorizia che raccolgono raccolte etnografiche, archeologiche e sulle due Guerre Mondiali.

Il Duomo di Gorizia ha subito ingenti danni durante le guerre mondiali ma grazie a successivi ed attenti restauri oggi possiamo ammirarlo nel pieno della sua bellezza; la facciata del Duomo è stata ricostruita nel 1924, invece all'interno è possibile ammirare ancora delle parti originali del 1682.
Spostandoci piazza della Vittoria troviamo la chiesa di S. Ignazio costruita per volere dei Gesuiti verso la metà del XVII secolo e terminata u il secolo successivo; l achiesa è caratterizzata da una splendida facciata ornata con 2 grandi torri in stile tipicamente germanico; all'interno della chiesa è possibile ammirare numerosi affreschi raffiguranti la Vita di Sant’Ignazio.

Tra i palazzi storici di Gorizia ricordiamo per primo il Palazzo Attems Petzenstein realizzato verso la metà del ‘700; formato da imponenti balaustre e statue, è internamente caratterizzato da bellissime sale decorate con stucchi ed affreschi risalenti al XVIII secolo di rara bellezza; all'interno del palazzo vengono realizzate mostre, eventi e convegni.

Un altro luogo di interesse è la Villa Coronini di Gorizia dove è situata la Fondazione Villa Coronini che espone raccolte del Conte Guglielmo Coronini. La villa fu costruita nell'anno 1594, comprende moltissime sale ed una cappella risalente al XVII secolo. All'interno è situata anche una Pinacoteca dove vengono conservati vari dipinti realizzati tra i secoli XVI e XX da artisti di fama mondiale tra cui Tintoretto, Rubens e Monet; una parte è invece dedicata all'oggettistica caratterizzata da monete, porcellane, ceramiche ed arazzi; infine ricordiamo anche il bellissimo parco all’inglese caratterizzato da bellissime fontane e singolari statue.

Alberghi a Gorizia
Se stai cercando un albergo a Gorizia puoi farlo in modo semplice e veloce nel nostro sito; troverai molti bed and breakfast ed hotel a Gorizia e provincia a prezzi molto interessanti. Non dimenticare di controllare le offerte speciali e le offerte lastminute!



Comuni a Gorizia:




Parte delle informazioni riguardanti la storia, l'arte, le tradizioni e gli eventi della città di sono riprese dal sito www.wikipedia.org rispettando il GNU Free Documentation License.