Hotel B&B Cosenza



Ricerca per tipologia Cosenza

Cenni storici
Cosenza è storicamente la terra della popolazione dei Bruzi la popolazione che ha combattuto fino alla fine contro il predominio romano. Dai ritrovamenti emersi in queste zone, risalenti all'epoca magno-greca, si sono evidenziati dei caratteri di civilta progredita e con un grado di sviluppo molto elevato per quegli anni.
Nel 331 a.C., la città, fu conquistata da Alessandro il Molosso re dell’Epiro e nella seconda guerra punica si schierò a fianco di Annibale contro i Romani che la occuparono definitivamente nel 204 a.C. facendone un punto di transito importante per i traffici commerciali con la Sicilia. Successivamente, nel 410 d.C., la città fu conquistata dai Visigoti di Alarico che poi qui morì. In seguito fu dominata dai Longobardi e successivamente dai Bizantini; nel 986 fu espugnata e devastata dai Saraceni. Con il potere in mano agli angioini, degli aragonesi, dei normanni e e degli spagnoli Cosenza diventò il principale centro economico e culturale della Calabria settentrionale. Nel 1500 venne fondata da Aulo Giano Parrasio l'Accademia e la città divenne un il centro principale dedicato alla cultura umanistica.
Nel 1799, con le idee rivoluzionarie legate alla Repubblica partenopea, il popolo si oppose valorosamente ai massacri operati dalle bande del Cardinale Ruffo; tutto questo risultò però inutile perchè i tumulti vennero limitati e poi repressi.

Visitare Cosenza
A Cosenza troviamo il Parco Nazionale Del Pollino. Il Parco Nazionale Del Pollino è la più grande area protetta di nuova istituzione in Italia.
Tra le principali attrattive turistiche da visitare a Cosenza possiamo ricordare piazza Campanella situata nel mezzo tra la città nuova ed il vecchio centro storico di Cosenza; nella piazza troviamo anche la chiesa di S. Domenico ed il convento adiacente, fondata nel 1448 e ristrutturata e rivista nel sec. XVIII.
Merita anche una passeggiata in Corso Telesio (l'antica 'strada dei mercanti e degli orefici') dove è possibile trovare oggetti artigianali tipici del luogo. Una visita merita anche il Duomo (risalente al sec. XII) rivisto in stile gotico nella prima metà del secolo XIII; proprio dietro al Duomo troviamo i resti di antichi edifici risalenti all'epoca medievale.
Potrete visitare anche il complesso monastico S. Francesco d’Assisi, facilmente raggiungibile a piedi da corso Telesio; il monastero venne edificato nel 1217 ma più volte ricostruito nei secoli successivi a seguito di terremoti; la chiesa di S. Francesco invece venne ingrandita e rivista verso la metà del sec XVII in stile Barocco.
Da visitare anche il Castello che domina Cosenza in quanto situato sul colle Pancrazio ed offre un bellissimo panorama; il castello fu edificato dai Normanni come fortino militare e di autodifesa.
Un nostro consiglio è anche quello di visitare i Casali di Cosenza: caratterizzati da piccoli gruppi di case situati ad altezze diverse nella valle del Crati. Forse il più famoso è è Montalto di Uffugo caratterizzato dal Duomo risalente al 1227.

Prenotare un Hotel a Cosenza
Se sei intenzionato a visitare la città ti proponiamo varie alternative; oltre ai classici hotel ed alberghi a Cosenza potrai soggiornare anche nei giovanili bed and breakfast o nei classici agriturismi spesso dotati di piscina per trascorrere una vacanza itinerante all'insegna della natura, del relax e della tranquillità.



Comuni a Cosenza:

Cariati Cosenza Paola Pietrapaola
San giovanni in fiore Saracena Terravecchia




Parte delle informazioni riguardanti la storia, l'arte, le tradizioni e gli eventi della città di sono riprese dal sito www.wikipedia.org rispettando il GNU Free Documentation License.