Hotel B&B Biella



Ricerca per tipologia Biella

Biella, provincia del Piemonte, è una città che sorge nei pressi delle vallate dell'Elvo, dell'Oropa e del Cervo; la città può essere suddivisa in tre nuclei urbani ognuno dei quali si caratterizza per il periodo storico di fondazione: Biella Piazzo, la parte alta della città, Biella Piano, situata sulla riva destra del torrente Cervo e Biella Chiavazza situata sulla riva sinistra.

A Biella Piano nella piazza Duomo è situato l'antico e suggestivo Battistero (con pianta quadrilatera) risalente al X secolo. Poco distante è situato il Duomo di Biella che all'interno conserva affreschi risalenti ai secoli XIV e XV, tra cui, il più famoso, 'Cristo degli artigiani'.

Nell'omonima piazza del Duomo possiamo ammirare il campanile romanico che fu edificato nel 200; è alto più di 50 metri con decorazioni in cotto ad archetti ciechi.

Nella transitata via Agostino De Fango è situata la cinquecentesca chiesa di S. Sebastiano in stile rinascimentale che fu pesantemente rivista nell'Ottocento. Adiacente la chiesa troviamo il Museo del Territorio che ha sede nell'ex convento di S. Sebastiano. A Biella Piazzo, in piazza Cisterna, sorge la chiesa di S. Giacomo (del XIII secolo) con facciata e campanile del secolo XIV.

Visitare Biella

Possiamo partire con la visita a Biella dalla parte più antica della città, quello di Biella Piano. Nella piazza principale, Piazza del Duomo, troviamo il bellissimo il Duomo di Biella, realizzato nel XV secolo, dedicato a Santa Maria Maggiore e Santo Stefano in cui è possibile ammirare importanti affreschi ed opere d'arte di grande importanza storico-artistica. Vicino troviamo il Battistero, risalente al X secolo edificato sui resti di un antico e preesistente edificio di origine romana.
Sempre in questa zona, per gli amanti degli edifici religiosi, consigliamo una visita: alla suggestiva Chiesa della Santissima Trinità (risalente al 1626); alla chiesa di San Sebastiano (costruita nel XVI secolo); la Chiesa di San Filippo a Biella (realizzata nell'anno 1789); la Chiesa Parrocchiale di San Cassiano (costruita nel XII secolo); la Chiesa di San Francesco d'Assisi (più recente, risalente agli anni successivi alla seconda guerra mondiale).

Da non dimenticare anche una visita al Palazzo Scaglia (del XVI secolo); il Museo Civico di Biella che conserva affreschi, opere d'arte, dipinti ceramiche e cimeli che testimoniano la ricchezza storica di questa città; il Museo delle Truppe Alpine dove è possibile ammirare cimeli che testimoniano l'attività del corpo dagli anni precedenti la seconda guerra mondiale fino ad oggi.

Prendiamo poi la funicolare e giungiamo in poco tempo in un altro nucleo urbano di Biella, Biella Piazzo.
Pertiamo subito la nostra visita dalla centrale piazza Cisterna in cui troviamo tra i molti edifici anche il Palazzo della Cisterna e la Porta d'Andorno (risalente al XIV secolo). Nelle vicinanze è possibile ammirare anche la chiesa di San Giacomo (realizzata nel secolo XIII in stile gotico); il palazzo Gromo di Ternengo, la Torre ottagonale (risalente ai primi anni del XVI secolo); il Palazzo Ferrero Della Marmora.

Ma le bellezze di Biella non si limitano ed edifici storici e religiosi; il territorio in questa zona è caratterizzato da ampie arre boschive e verdi vallate, ricche di colori e profumi dove è possibile fare passeggiate o trekking; un viaggio in mezzo al verde a diretto contatto con la natura può essere una buona alternativa per staccare dallo stress della vita di tutti giorni. Grazie alla bellezza di questo territorio a Biella e limitrofi sono sorti varie oasi, riserve naturali e parchi di grande bellezza naturale.
Il primo potrebbe essere la Riserva Naturale Orientata delle Baragge, caratterizzata da un paesaggio che molto assomiglia alla Savana Africana con ampi spazi e grandi altopiani; la natura caratterizzata da praterie e boschi, vallate ed altopiani che fonde insieme colori e profumi offre una spettacolo davvero affascinante.
Un altro luogo dove è la natura sovrana è la Riserva Naturale Speciale della Bessa, circa 7 Mkq caratterizzatati da lunghe distese di ciottoli disposti uno all'altro a formare grandi sentieri che dividono tra loro le grandi vallate circostanti. Nel periodo romano era utilizzata come un enorme miniera a cielo aperto per la ricerca dell'oro; qui infatti vi lavoravano migliaia di uomini impegnati nell'estrazione del prezioso metallo.
La Riserva Naturale Speciale della Burcina è invece caratterizzata per la bellezza dei suoi giardini; passeggiando per i grandi viali è possibile ammirare specie di piante e fiori di rara bellezza.
L’Oasi Zegna sorge ai piedi delle Alpi Biellesi (tra i 1000 ed i 1500 metri di altezza) ed è stata istituita nel 1993 per salvaguardare l'ambiente di quest'area. E' l'ideale per tutti coloro che amano la natura e gli itinerari naturalistici; molte le gite organizzate sia a cavallo, che in bici o a piedi che per chi ama il trekking.
Da ricordare inoltre anche la collina morenica della Serra, nella Serra d’Ivrea con bellissime vedute sul Lago di Viverone e gli altri laghi vicini.



Comuni a Biella:




Parte delle informazioni riguardanti la storia, l'arte, le tradizioni e gli eventi della città di sono riprese dal sito www.wikipedia.org rispettando il GNU Free Documentation License.