Hotel B&B Trentino-Alto-Adige




Trentino Alto Adige Panorama Il paesaggio del Trentino-Alto Adige è composto da enormi massicci montuosi accompagnati da fantastici e brillanti ghiacciai. Proprio dalle catene montuose e dai ghiacciai, scorrono verso valle le abbondanti acque che col passare degli anni hanno creato dei sentieri tra le montagne in modo da creare dei paesaggi di grande bellezza naturalistica.
Il panorama che appare al turista è suggestivo, caratterizzato da una natura incontaminata composta da frutteti e boschi che si alternano a colline con pascoli ed a ripide scoscese di roccie che strapiombano per centinaia di metri.
Al fine di godere appieno delle bellezze naturali di queste regioni l'uomo ha contribuito costruendo le strutture necessarie; ecco che sono nati alberghi, hotel bed and breakfast e strutture alberghiera in generale, rifugi alpini e stazioni di villeggiatura per le vacanze invernali ed estive che sono le fonti principali di guadagno del Trentino-Alto Adige.

Il Trentino-Alto Adige è una regione situata nel nord d'Italia e conta circa 900.000 abitanti (confinante con l'Austria, il Veneto, la Lombardia e la Svizzera); il capoluogo è la città di Trento ed è storicamente suddivisa in due sotto-regioni: l'Alto Adige situato a nord (dove troviamo la provincia di Bolzano) ed il Trentino situato a sud (dove troviamo la provincia autonoma di Trento).

Nei pressi del confine austriaco (dal Passo Resia al Passo Monte Croce di Comelico), troviamo le Alpi Atesine (che a sua volta possiamo suddividere in Alpi Breonie, Venostane, Aurine e Pusteresi), con altezze massime che arrivamo fino a 3764 metri. Proprio nella Valle Aurina è situato il confine più a nord d'Italia: la Vetta d'Italia/Glockenkarkopf che raggiunge i 2911 metri. Spostandosi verso ovest troviamo i gruppi dell'Ortles-Cevedale, dell'Adamello-Presanella e delle Dolomiti di Brenta.

In questa regione troviamo anche una parte delle dolomiti: Dolomiti di Sesto, Gruppo di Puez, Latemar, Sciliar, Sassolungo, Marmolada, Odle, Catinaccio, Gruppo di Sella, Pale di San Martino.

Nel Trentino-Alto Adige sono molto frequenti i fiumi tra i quali riportiamo i più importanti: l'Adige, il Passirio, l'Isarco, il Rienza, il Noce l'Avisio, il Brenta, il Sarca e il Chiese.
In questa bellissima regione troviamo anche un parte del lago di Garda ed anche altri numerosi laghi tra cui: i laghi alpini, i laghi di Molveno, i laghi di Ledro, di Levico, i laghi di Caldonazzo, i laghi di Tovel ed altri ancora.
Grazie alla natura incontaminata che regna in gran parte del Trentino-Alto Adige sono nati vari parchi naturali e riserve in cui troviamo ecosistemi naturali di grande importanza mondiale; un esempio è il Parco Nazionale dello Stelvio, ma ce ne sono altri, in tutto 10 parchi provinciali.

<a class="linkInt" href="http://www.italia-italia-hotels.com/17-Trentino-Alto-Adige.php" title="Internal link - Link Interno" target="_parent"><b>Trentino Alto Adige</b></a> ViewFino all'anno 1919 il Trentino-Alto Adige fece parte dell'Impero Austro-Ungarico ma grazie al Risorgimento ed ai suoi ideali sviluppati in Italia durante il corso del XIX secolo, la regione venne annessa all'Italia. Proprio dopo la conclusione del primo conflitto mondiale, nel 1919, con il Trattato di Saint Germain, il Trentino Alto Adige venne unito al già presente Regno d'Italia. Proprio questa unione provocò l'unione di popolazioni che parlavano lingue diverse (Tedesco ed Italiano) e la scissione dell'antica contea tirolese.

Dopo la fine della Grande Guerra iniziò a prendere campo il fascismo adottò una politica che volle assimilare le minoranze di lingua tedesca e ladina cercando di farle integrare, in modo progressivo e sempre più definitivo, all'Italia, compresa la regione ex-tirolese. Fu così che i comuni ladini di Livinallongo del Col di Lana, Colle Santa Lucia e Cortina d'Ampezzo furono accorpati alla provincia Belluno; successivamente venne anche proibito l'insegnamento della lingua tedesca nelle scuole dell'Alto Adige.

Durante il periodo della seconda guerra mondiale si assistì ad un lento ma progressivo esodo della popolazione ladina verso le terre austriache e tedesche, che venne in qualche modo arginato. L'autonomia speciale del Trentino Alto Adige venne sancita nel Trattato di Parigi che mise fine alla seconda guerra mondiale.



Parte delle informazioni riguardanti la storia, l'arte, le tradizioni e gli eventi della città di Trentino Alto Adige sono riprese dal sito www.wikipedia.org rispettando il GNU Free Documentation License.